In evidenza

Locorotondo, una perla della Valle d’Itria


Molto spesso quando si parla della Puglia, si fa riferimento al mare, alle sue coste e alle spiagge con acqua cristallina e sabbia dorata, precludendo la bellezza di questo territorio solo ad una determinata area , che probabilmente risulta essere la più invitante dal punto di vista turistico.

Ma la Puglia non è solo questo! Spostandoci più verso l’entroterra, nel “cuore” della Puglia, potremmo restare davvero stupiti dalle meraviglie che essa nasconde. Sicuramente la Valle D’Itria è una di queste!
La Valle d’Itria detta anche “Valle dei Trulli” (proprio perché la maggior parte di essi sono localizzati in questa area ) non è altro che una sorta di avvallamento che si estende tra le province di Bari, Taranto e Brindisi e copre i comuni di Cisternino, Ostuni, Martina Franca, Alberobello, Fasano, Ceglie Messapica e infine (ma non ultimo) Locorotondo.

bdr

Ognuno di questi comuni è caratterizzato da un centro storico quasi fiabesco.

Quello su cui questo articolo si soffermerà, però, è Locorotondo, – non perché sia il più bello, lungi da me prendermi la responsabilità di acclamarne uno in particolare -.

bty

Locorotondo ovvero “luogo – rotondo“ deve il suo nome proprio alla forma circolare del suo centro storico intorno al quale si sviluppano concentricamente le caratteristiche case bianche a schiera .
Un’altra particolarità di questo paese, o meglio delle case di Locorotndo, sono le “cummerse” cioè i tetti spioventi con cui esse terminano.

Questo comune offre ai visitatori, oltre che ad una meravigliosa vista panoramica sulla ormai nota Valle d’Itria, anche delle rilassanti passeggiate nei graziosissimi vicoli bianchi, adornati di fiori e delle coloratissime ceramiche di Grottaglie, che fanno da protagoniste in questo territorio, anche le numerose e particolari Chiese, sono un “must” per chi desidera avventurarsi nel centro storico .

bty

Oggi giorno Locorotondo è tra le mete più ambite della Puglia, grazie anche ai vari riconoscimenti ottenuti nel corso degli anni: nel 2001 viene inserito nella associazione italiana “I borghi più belli d’Italia” e nel 2010 aderisce all’associazione “Bandiera Arancione” del Touring Club Italiano e viene scelto tra i primi 10 paesi più belli del Sud Italia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *