In evidenza

UNA BARRIERA CORALLINA….PUGLIESE


Se il turismo in Puglia è in forte crescita ed è tra le mete più gettonate per le proprie vacanze, ormai da diversi anni, molto probabilmente presto vedremo addirittura un ulteriore incremento di turisti aggirarsi per le spiagge pugliesi… anzi per essere più precisi… le spiagge di Monopoli!

E’, infatti, notizia di qualche settimana la scoperta di una barriera corallina a soli 2 km dalle coste della bellissima città di Monopoli.
Ed è stata proprio la rivista scientifica “Scientific Reports” a pubblicare questa straordinaria scoperta, fatta dai ricercatori dell’Università di Bari diretti dal Professore Giuseppe Corriero direttore del Dipartimento di Biologia. Alla ricerca inoltre, hanno partecipato anche studiosi dell’ Università Tor Vergata di Roma e quella del Salento.

Diversamente dalle barriere coralline dei mari dei tropici questa barriera “nostrana” vive in penombra, poiché si trova tra i 30 e 50 km in profondità, quindi presenta dei colori più spenti rispetto alle barriere dei mari tropicali che trovandosi più in superficie captano più luce, sfoggiando colori più accesi.
La lunghezza è di 2,5 km, ma è possibile che si estenda anche per una superficie maggiore, spiega il professore, addirittura da Bari ad Otranto .

In un’era storica in cui i nostri mari sono altamente inquinati e i ritrovamenti dei sommozzatori sono tutt’altro che da esaltare, è bello  scoprire che oltre plastica, materiali di scarto e rifiuti in generale, i fondali marini celano tali bellezze.
Ma alla meraviglia di questa scoperta si uniscono anche dubbi e paure, perchè essa deve essere preservata.

In fondo si sa che “Il sole, la luna e le stelle sarebbero scomparse da tempo… se fossero state alla portata delle mani predatorie degli uomini”
Cit. Havelock Ellis



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *