magiare in puglia

“Zucchine alla poverella” ricchissime di gusto


Con l’arrivo dell’estate diventa sempre più difficile mettersi ai fornelli e soprattutto pensare a qualche pietanza che non richieda tempi di preparazione lunghi e impegnativi .

La Puglia è il top quando si parla di cucina leggera e sana.
Grazie alla sua ricchezza di prodotti a km 0, pesce freschissimo e dolcissima frutta di stagione, la cucina pugliese, è un toccasana per la salute di chiunque abbia la fortuna di goderne .

E ancora una volta a fare da protagonista è una ricetta antica; quando il denaro scarseggiava e le nostre nonne si destreggiavano a trasformare anche la più “povera” materia prima in gustosissima pietanza .
E’ questo il caso delle “Zucchine alla poverella”.
Sebbene il nome non sia fedele al ricchissimo gusto di questo piatto, la zucchina “alla poverella” è quasi indispensabile sulle tavole pugliesi durante il periodo estivo.

Se parliamo di leggerezza probabilmente non ne vincerà il primato, in quanto la zucchina in questione è fritta, però complice il caldo sole estivo, è una pietanza davvero gustosa.

Preparazione:

Tagliare le zucchine a rondelle, disporle su un tagliere e lasciarle essiccare al sole.
-Le nostre nonne le disponevano sulle spianatoie di legno, che vengono utilizzate per impastare la pasta, e le appoggiavano sugli stendi biancheria.-

Quando le zucchine saranno completamente disidratate, friggerle in olio di semi q.b. e “asciugarle” con del rotolo da cucina.

Successivamente condirle con un po’ di olio, menta e aceto ( a discrezione di chi avrà il piacere di mangiarle) .

Una preparazione semplicissima, ma gustosissima, un piatto proposto da tantissimi ristoratori, in Puglia, che ci tengono a coinvolgere i turisti e non, in quelle che sono le più antiche tradizioni della cucina pugliese.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *